La Chiesa Perseguitata ci Insegna …y

fumetti, riflessioni, vignette

Il 22 gennaio è morto Lawan Andimi, pastore evangelico nigeriano, decapitato per mano dei terroristi di Boko Haram.

Ma c’è stata una cosa che mi ha stupito …

Parole d’incoraggiamento per un Cristiano occidentale

In un video rilasciato da Boko Haram prima della sua morte, Lawan parla così:

Per la grazia di Dio, sarò con mia moglie, i miei figli e i miei colleghi. Ma se questa opportunità non mi sarà garantita, probabilmente sarà la volontà di Dio.

Siate pazienti, non piangete e non preoccupatevi.

Ma ringraziate Dio per tutto.

Queste parole, semplici ma efficaci, sono state dette mentre era da solo, circondato da persone che volevano la sua morte, e che poche ore dopo avrebbero posto fine alla sua vita terrena.

Lawan ha ribaltato la narrativa del terrore per donarci un messaggio di speranza e fede, un messaggio che ha valicato i confini del suo paese ed è arrivato a questo Cristiano occidentale seduto a disegnare e a scrivere in completa libertà nel proprio paese, che purtroppo non sempre è ospitale con le persone che fuggono da quelle terre martoriate dalla guerra.

E tu, stai soffrendo per Gesù in qualche modo?

Perché un tuo familiare non vuole parlarti, perché colleghi e compagni ti deridono, perché sei stato isolato a motivo delle tue scelte di coerenza cristiana … i motivi possono essere tanti.

Nelle parole del pastore Lawan echeggiano quelle dell’apostolo Paolo alla chiesa di Roma:

… non solo, ma ci gloriamo anche nelle afflizioni, sapendo che l’afflizione produce pazienza, la pazienza esperienza, e l’esperienza speranza. Or la speranza non delude, perché l’amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori mediante lo Spirito Santo che ci è stato dato.

Epistola ai Romani 5:3-5

Sono parole che valgono per ognuno di noi, per i cristiani di ogni luogo e ogni tempo.

Per me e per te.

La situazione nel mondo

Quella di Lawan è l’ennesima morte di un Cristiano, in un mondo dove ogni giorno sono 260 milioni i cristiani perseguitati per la propria fede, e solo nel 2019 ne sono morti 2983 (8 ogni giorno), i casi di violenza e abuso sessuale sono stati 8537 (23 ogni giorno). I dati sono della World Watch List che ogni hanno viene compilata dall’associazione Porte Aperte.

Ricordiamoci di tutti quelli che soffrono.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>